Non Autosufficienza, panoramica del modello italiano.

il nostro blog

La Panoramica Italiana

In Italia sono presenti oltre 2,8 milioni di anziani non autosufficienti: il 20,7% degli anziani, l’81% del totale dei non autosufficienti in Italia. Il rischio di non autosufficienza cresce con l’età e supera il 40% oltre gli ottanta anni.

Numeri che sottolineano gli elevatissimi fabbisogni assistenziali che sono stati coperti in questi anni dalle famiglie che, o assistono direttamente la persona non autosufficiente, oppure si affidano a badanti con una spesa annua di circa 9 miliardi di euro.

Motivi di un modello in crisi

Il modello italiano di welfare familiare e privato è stato fino ad ora efficace nel tempo, supplendo al pubblico. Ora inizia a scricchiolare perché?

1) Perché c’è troppa pressione sulle famiglie che sono peraltro destinate a ridursi ulteriormente in termini di numero di membri. Le spese sono finanziate con le pensioni e i risparmi degli anziani, ma sono 918 mila le reti familiari i cui membri si sono tassati per pagare badante ed altre spese, 336 mila quelle che hanno dovuto dar fondo a tutti i risparmi e 154 mila quelle che si sono indebitate;

2) Perché sono troppi ancora gli esclusi. Circa 1 milione di anziani con gravi limitazioni funzionali non beneficia di assistenza sanitaria domiciliare, 382 mila non autosufficienti non hanno né assistenza sanitaria né aiuti di alcun genere, 1,6 milioni di longevi con limitazioni funzionali lievi e gravi hanno solo aiuti non sanitari;

3) Perché le abitazioni non sono adatte alla permanenza di un non autosufficiente. Oltre 2,7 milioni di anziani vivono in abitazioni non adeguate alla condizione di ridotta mobilità e che avrebbero bisogno di lavori infrastrutturali per adeguarli, 1,2 milioni quelli che vivono in abitazioni inadeguate e non adeguabili. Peggiorando così la qualità della vita per una persona a ridotta autonomia e complica la convivenza quotidiana con chi garantisce le cure.

In questo quadro il Servizio sanitario non è né pronto né adatto a coprire i fabbisogni assistenziali complessi dei non autosufficienti. Non a caso il 56% degli italiani è insoddisfatto dei servizi sociosanitari per non autosufficienti sul territorio*.

Come correre ai ripari rispetto a questo panorama di estrema difficoltà? Prevenire e investire sulla propria cura è fondamentale per assicurare il proprio benessere e quello della propria famiglia, una assicurazione sulla non autosufficienza può essere la soluzione.

Clicca qui per contattarci e avere più informazioni.

*Fonte: Censis

Condividi questo articolo

Guide e consigli sul argomento

Sport in sicurezza: come evitare gli infortuni

I consigli per evitare gli infortuni facendo sport e proteggersi anche grazie all’assicurazione Fare sport è un’attività fondamentale per mantenersi in salute e in forma....

leggi articolo

Welfare aziendale, i trend del 2024

Ricerche recenti evidenziano un crescente interesse per il welfare aziendale da parte di aziende e lavoratori: tra i benefit più ambiti figurano servizi per la...

leggi articolo

Educazione finanziaria: come funzionano gli investimenti

Cosa sono e come funzionano gli investimenti? Come iniziare ad investire? In questo articolo una spiegazione dei concetti più importanti Investire non significa semplicemente accantonare...

leggi articolo

Assicurazione viaggio, la soluzione per partire protetti

Un’assicurazione viaggio permette di godersi le vacanze senza preoccupazioni, proteggendo da qualsiasi imprevisto La primavera è ormai arrivata, e si avvicina il momento di pensare...

leggi articolo