Welfare aziendale, i trend del 2024

il nostro blog

Ricerche recenti evidenziano un crescente interesse per il welfare aziendale da parte di aziende e lavoratori: tra i benefit più ambiti figurano servizi per la persona e la famiglia, smart working e flessibilità lavorativa

Anche quest’anno, il tema del welfare aziendale rimane centrale nel panorama lavorativo italiano. La Legge di Bilancio 2024 ha infatti portato a un aumento della soglia di defiscalizzazione e a una maggiore flessibilità per quanto riguarda le spese dedicate ai fringe benefit. Questi ultimi, ovvero quei beni e servizi erogati dalle aziende ai propri dipendenti oltre alla normale retribuzione, assumono un ruolo sempre più importante nel sostenere il reddito dei lavoratori e delle lavoratrici. Le imprese che li offrono, infatti, possono usufruire di specifici benefici fiscali, rendendo il welfare aziendale uno strumento vantaggioso per entrambe le parti.

L’attenzione al benessere dei dipendenti è in aumento, come dimostrano le numerose ricerche condotte recentemente sul tema del welfare aziendale. Queste indagini offrono spunti interessanti sui trend emergenti per il 2024, in particolare sui benefit più richiesti e apprezzati da imprese e lavoratori. Scopriamo insieme le novità più interessanti.

I dati sulle aziende


Secondo il report “Benefits and Trends Italia” di AON Italia, basato su un’indagine condotta su 5.000 aziende di tutti i settori e le dimensioni, il 79% delle organizzazioni ha adottato o intende adottare nel corso del 2024 una strategia di welfare. Inoltre, il 21% delle persone intervistate – manager e responsabili risorse umane – sostiene che incrementerà gli investimenti nel campo del welfare; il 76% sostiene invece che l’organizzazione farà un investimento in linea con quello dell’anno precedente, mentre solo il 3% ridurrà il budget per il welfare.

Stando al documento, il 50% degli intervistati ha notato un ritorno positivo per l’impresa in termini di retention dei talenti, motivazione e fedeltà all’azienda grazie al welfare. I lavoratori e le lavoratrici sono infatti sempre più attenti al welfare e le imprese lo sanno. L’86% dei responsabili HR e manager intervistati dichiara che i collaboratori dell’azienda hanno aspettative elevate per quanto riguarda le misure che riguardano il benessere, i servizi per la famiglia, l’equilibrio vita-lavoro e il well-being. Inoltre, per il 78% degli intervistati i dipendenti comprendono i vantaggi del welfare in azienda e quindi ne percepiscono più chiaramente il valore.

Anche per queste ragioni, gli intervistati sono stati interrogati in merito alle azioni che le organizzazioni potrebbero implementare per andare incontro alle esigenze dei dipendenti. Una delle domande si concentrava su lavoratori e lavoratrici più giovani. Tra gli interventi individuati dagli HR e i manager ci sono la prevenzione in ambito medico e sanitario (57% dei rispondenti), il supporto alla genitorialità (41%), le misure di work-life balance (41%), il supporto psicologico (39%), interventi di caregiving (37%) e la sanità integrativa (34%). (fonte: secondowelfare.it)

Il ruolo delle coperture assicurative nel welfare aziendale

Il mondo assicurativo non fornisce solo servizi, ma diffonde contestualmente la cultura della prevenzione dei rischi. Lo dimostra il fatto che le coperture assicurative dedicate ai dipendenti sono i principali benefit offerti dalle aziende, in funzione sussidiaria rispetto al Welfare State.

Dalla Benefit & Trends Survey 2022-2023 emerge che le polizze più attivate dalle aziende italiane sono quelle per il rimborso delle spese mediche, per gli infortuni professionali ed extra-professionali e l’invalidità permanente da malattia.

Perché attivare un’assicurazione per il welfare aziendale?

I vantaggi per le aziende che attivano un’assicurazione per il welfare aziendale sono numerosi:

  • Maggiore attrattività per i dipendenti: un’offerta di welfare completa e competitiva può essere un fattore determinante per attrarre e trattenere i migliori talenti.
  • Miglioramento del clima lavorativo: la tutela dei dipendenti attraverso le assicurazioni contribuisce a creare un clima lavorativo più positivo e sereno, con effetti positivi sulla produttività e sul morale del personale.
  • Incremento della fidelizzazione dei dipendenti: i dipendenti che si sentono valorizzati e tutelati dall’azienda sono più propensi a rimanere fedeli all’impresa.
  • Riduzione dei costi aziendali: le assicurazioni per il welfare aziendale possono comportare un risparmio per le aziende, in quanto i premi versati sono deducibili dal reddito d’impresa.

Se vuoi saperne di più sul Welfare Aziendale, puoi rivolgerti ai professionisti di Linea Aziende: con la nostra consulenza, aiutiamo le aziende nella scelta delle migliori soluzioni assicurative. Contattaci per maggiori informazioni.

Condividi questo articolo

Guide e consigli sul argomento

Assicurazione casa e auto per i danni da maltempo

leggi articolo

Sport in sicurezza, come evitare gli infortuni

leggi articolo

Pensione, un futuro sempre più incerto per i giovani

leggi articolo

Risk management, l’attacco cyber è tra i rischi più temuti dalle aziende

leggi articolo